Categorie: SEO

Vendere online, è facile? Nozioni di base da conoscere prima di iniziare

Vendere online, quante persone pensano di aprire la propria attività online? Sono tantissime, purtroppo molte attività appena nate finiscono nell’oblio per la poca conoscenza di internet e di alcuni elementi basilari.

Prima di iniziare è importante conoscere le regole del web per vendere online

Una piccola premessa, a volte quando si parla di vendere online, lo si fa in maniera semplicistica, pensando semplicemente che avere una vetrina sul web significa fare grandi affari, purtroppo la realtà è ben lontana da tutto questo, serve esperienza e una conoscenza estrema sia del mercato che delle regole del web per poter avviare una attività di vendita online.

E’ vero, una vetrina online è esposta ad un pubblico immenso, è un biglietto da visita illimitato, è pur vero che senza le basi per affrontare tale sfida è un biglietto da visita che rimane in tasca.

Vendere online, le basi del SEO per iniziare

Illudersi di creare un sito e attendere qualche cliente che faccia un ordine è fallimentare, meglio dirlo subito, in maniera brutale, giusto per capirci.

Un sito per vendere deve avere delle caratteristiche basilari che sono imprescindibili, facciamo un elenco:

  • Visibilità
  • Prezzo Concorrenziale
  • Sicurezza

Riduciamole a queste tre. Partiamo dalla visibilità, con un esempio banalissimo. Facciamo finta di avere un negozio fisico, che non è però ubicato al centro di una grande città ma in una stradina secondaria di un piccolo centro, quante persone vedranno la nostra vetrina? La risposta è banale, pochissime. Ecco questo è uno dei primi scogli da superare quando si inizia una attività di vendita online, quella di ottenere visibilità, fin quando il nostro sito resterà relegato “nella stradina secondaria” sarà difficile ottenere degli ordini.

Prezzo Concorrenziale, un elemento chiave. Chi acquista online lo fa per due motivi basilari: prima di tutto vuole un prezzo vantaggioso rispetto ad un normale negozio, seconda cosa, spesso non ha tempo da dedicare ad un acquisto particolare e quindi predilige internet per fare tutto con comodità e velocità.

Offrire prodotti ad un prezzo concorrenziale è importantissimo. Prima di iniziare è buona norma studiare il mercato di riferimento, chi si accinge a vendere online facilmente scoprirà che la concorrenza “è dura” da sconfiggere su questo fronte.

Sicurezza, inutile anche sottolinearlo, un negozio che un potenziale cliente “reputa poco sicuro” non produrrà molti ordini. Il web è un elemento molto “a rischio” da questo punto di vista, uno dei primi fattori su cui lavorare è quello della sicurezza, quindi sia dal punto di vista informatico che dal punto di vista umano è fondamentale trasmettere la propria professionalità, dando la possibilità di interagire al cliente con chi amministra il negozio questo punto deve essere fondamentale, il contatto umano.

Vendere online, senza SEO è impossibile

Ammesso che studiato il settore abbiamo un buon prezzo da offrire, lavorare sulla sicurezza è relativamente facile, basta ben “impostare” le basi di un negozio.

Ma il vero fattore che fa “decollare” una attività online sono le “visite” di potenziali clienti. Quindi gran parte del lavoro va impostata sul SEO, per trasferire il negozio dalla “stradina secondaria” di cui parlavamo prima, al “viale centrale” dei motori di ricerca.

Questa è l’opera più difficile da fare, si impiega mesi, per ottenere visibilità, ma non è impossibile. Un buon lavoro di comunicazione sia off site che in site da sempre ottimi risultati, se poi il tutto è unito a prodotti ricercati e un prezzo concorrenziale è facile che già nei primi mesi possano arrivare i primi ordini.

Vendere online, consigli per chi vuole iniziare

Il consiglio per chi vuole iniziare, è quello di capire come si fa. Abbandonate l’idea di “comprare” un negozietto online precostruito, non funziona, ogni negozio deve avere la propria identità.

Bisogna lavorare e capire ancora prima di iniziare, a cosa si va incontro, sia dal punto di vista informatico che commerciale, occorre conoscere i prodotti che si vogliono distribuire e sopratutto capire che si parla di “giocare” in una vera e propria attività commerciale con tutte le responsabilità che ne derivano.

Il miglior modo di iniziare è quello di studiare, iniziando da chi è molto più grande di noi, studiare i siti della concorrenza, capire come le persone arrivino a determinati siti, capire le ricerche che portano ai prodotti, le forme pubblicitarie utilizzate e capire in quale settore bisogna investire.

Aprire un negozio online non è una questione di poche ore, ma di mesi di lavoro, mesi che devono concentrarsi su tutti questi piccoli punti.

Notizie Correlate

Un buon approccio è quello di entrare nel web nella veste di “cliente” più che di commerciante e fare delle ricerche, immedesimarsi in un cliente e capire come un potenziale cliente potrebbe arrivare al nostro negozio, questo per attirare traffico, purtroppo non è facile, quando si è commercianti si ragiona da tali e non da clienti, ma un ottimo approccio è quello proprio di ragionare come farebbe un cliente interessato ai nostri prodotti.

Ed ecco che un cliente farebbe riferimento ai tre punti che dicevamo prima, in genere si cerca un prodotto ad un buon prezzo, facile da trovare e su un negozio sicuro.

Plasmare un negozio online da soli o affidarsi ad un professionista? Quale piattaforma scegliere per un negozio online?

Creare un negozio online da soli non è facile, esistono però delle guide che potrebbero aiutare chi vuole cimentarsi in questa opera, normalmente il consiglio mio personale per chi vuole provarci ed ha delle buone basi è quello di insistere con il “fai da te”, infatti in questo ambito già durante la creazione di un negozio online lo si plasma secondo la propria personalità. Questo fattore favorisce anche l’approfondimento dei criteri base del web, ed è una buona base di partenza per capire in termini informatici ciò che conta.

Chi può, ha tempo e capacità, meglio che il proprio sito lo costruisca da se. Quale piattaforma usare per creare un ecommerce? Parlo per esperienza personale, nello sviluppo del mio ecommerce ho usato Woocommerce.

Woocommerce è un semplice plugin di WordPress, completamente gratuito e di cui esistono migliaia di estensioni per adattarlo a tutto, il 99% di queste estensioni sono gratuite.

A differenza di altre piattaforme che prevedono quasi esclusivamente plugin aggiuntivi a pagamento, con Woocommerce è tutto gratis.

Per chi ha una buona conoscenza di WordPress usare Woocommerce sarà facile, sia relativamente all’installazione che alla programmazione. Ovviamente questo è un fattore del tutto personale, infatti non è detto che una piattaforma sia migliore o peggiore di un’altra, semplicemente lo scopo da raggiungere nel mio caso era quello di fare tutto da solo e nella maniera più semplice e “SEO FRIENDLY”, quindi conoscendo WordPress il mio lavoro è stato facilitato in questo ambito.

I marketplace come Ebay ed Amazon?

Sono da valutare! Ma non affidiamoci a loro! Ebay ed Amazon hanno un grande difetto, che i commercianti, me compreso, odiano: a vendere sono i commercianti che offrono il prezzo migliore, tutti gli altri sono quasi relegati ai margini.

Chi ha una attività online sostiene dei forti costi, che Ebay ed Amazon amplificano, ora se vendere su uno di questi due portali significa anche abbassare il margine di guadano, meglio evitarli.

Il consiglio è quello di studiare il potenziale ricavo di ogni singola vendita prima di iniziare a pubblicare prodotti su questi siti, purtroppo nei marketplace si vende al miglior prezzo e spesso il miglior prezzo è quello che azzera i ricavi, per cui la cosa non ha tanto senso.

Nella mia esperienza personale su Ebay o Amazon si può contare su un margine massimo del 10% che viene poi in realtà del tutto assorbito dalle tariffe di vendita, parlo di un settore molto concorrenziale: abbigliamento, per cui nel mio caso la scelta è stata quella di non vendere su questi portali ma di sviluppare il mio sito.

SEO e Vendite Online, da dove iniziare?

Per concludere il SEO, da dove iniziare? Primo passo, sito e blog devono andare di pari passo! Un blog è un’arma potente per comunicare, idee, abbinamenti, offerte e soluzione ad eventuali problemi, fare dell’esperienza quotidiana un articolo su un blog è una buona tecnica di marketing.

Schede prodotto chiare, originali e scritte di proprio pugno e non copiate fanno poi la differenza online, questo fattore da una estrema visibilità.

Studiare poi il comportamento dei visitatori, capire cosa visitano, cosa condividono da quali prodotti sono attratti sono e devono essere uno studio costante che se ben effettuato aiuteranno a crescere in quanto ci faranno capire in quale direzione muovere il nostro business.

Per tutto il resto c’è l’esperienza che si impara sul campo quotidianamente, gli errori si commetteranno, ma dovranno essere intesi come un punto di partenza per migliorare, un errore deve essere una occasione di crescita e non di rammarico, con il tempo un errore “capito” significa un errore che non si commetterà di nuovo.

Esperienza è conoscenza, come in tutte le cose anche nel commercio, so che è un’avventura dura, che si intraprende al buio, ma se vi è volontà e voglio di lavorare e crescere la cosa è fattibile, quindi bisogna solo rimboccarsi le maniche e decidere di stare diverse ore al pc. Pian piano i frutti arriveranno.


Questa notizia è stata modificata il 5 Gennaio 2019 19:31

Redazione

Redazione TopicNews.it - Le Tue News Online

Condividi
Pubblicato da
Redazione

Notizie Recenti

Converse All Star – Quanto costano? Dove comprarle?

18 Settembre 2020. Le Converse All Star tra le calzature più longeve di sempre e più…

% giorni fa

Referendum taglio parlamentari, il SI una vittoria scontata!

08 Settembre 2020 Più che di politica parliamo di un fattore ben diverso quando scriviamo…

% giorni fa

Coronavirus Contagi in aumento, oggi 1400, ma va tutto bene!

28 Agosto 2020. Continuano ad aumentare i contagi da coronavirus in Italia, oggi si sfiora quota…

% giorni fa

Back to School! Partono le offerte sugli Zaini Griffati del momento!

27 Agosto 2020. E' tempo di scuola, finalmente! Dopo un lockdown che ha chiuso i…

% giorni fa

Shopping Online Abbigliamento e Scarpe? 5 piccoli e utili consigli

Ormai è risaputo che il modo più vantaggioso di fare acquisti è fare semplicemente shopping online. Ormai…

% giorni fa

Beirut, cosa è successo veramente? Bomba o incidente?

05 Agosto 2020. In queste ore l'attenzione internazionale è tutta concentrata sul Libano in particolare per…

% giorni fa

Questo sito web usa i cookie per le sue statistiche e la pubblicità.