Published On: Ven, Ott 20th, 2017

Web Tax? Ovviamente a farne le spese saranno i consumatori!

Share This
Tags


20 Ottobre 2017, in questi giorni sia in Europa che in Italia si discute tanto della web tax, una nuova tassa, tanto voluta dal PD, ma chi ne trarrà vantaggio e cosa è la Web Tax?

Parliamone in parole semplici, utilizzando un linguaggio da profani, giusto per trasmettere un argomento che è semplice da tutti i punti di vista.

La web tax è un semplicissimo tentativo di far pagare le imposte indirette alle Over the Top che operano e fanno profitti in diversi Paesi del mondo ma non utilizzano la partita iva del Paese in cui erogano i servizi o commercializzano prodotti.

L’esigenza della Web Tax nasce dalla lotta diretta all’evasione fiscale. Una semplice tassa che è applicabile al “commercio elettronico”.  L’esigenza è quella di non consentire che società estere non paghino le tasse nei Paesi dove operano, ma in quelli dove hanno la sede legale che, molto spesso, hanno un’imposizione fiscale molto più bassa di quella dei Paesi membri dell’Unione europea.



In parole povere se l’azienda X ha sede nel paese Y, la web tax la paga in Italia. Assurdità? Forse si!

Perchè? Semplice, in primis analizzando bene la questione è solo l’ennesimo modo per “fare cassa”, in secondo luogo come si potrebbe mai applicare? Ma sopratutto chi se ne avvantaggerebbe e chi la pagherà realmente?

Il vantaggio è tutto dello stato in cui avviene la transazione, le spese però le farà l’acquirente finale, che si vedrà venduto un prodotto con un costo più elevato in quanto il venditore aumenterà sicuramente il suo costo finale scaricandolo sul cliente finale.

In definitiva? La chiamiamo web tax, ma a pagarla saranno gli utenti del web e non i giganti!

Si, perchè è inutile pensare che colossi del web mantengano i prezzi inalterati, è indubbio che la catena dei prezzi aumenterà a discapito dei consumatori!

 

About the Author

- Redazione TopicNews.it - Le Tue News Online

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>