Pubblicato Il: Lun, Apr 8th, 2019

Fake News e SEO quali rischi?

Ultimo Aggiornamento

08 Aprile 2019. Fake News, negli ultimi mesi ne abbiamo parlato spesso, abbiamo spiegato a chi convengono e perché, ma in termini puramente SEO, le fake news cosa potrebbero portare?

Fake News e SEO, quali rischi per i siti?

Google, ed in generale i motori di ricerca, sono sempre attenti ai segnali provenienti dalla rete, le fake news sono infatti un segnale importantissimo, in quanto catalizzano l’attenzione di milioni di lettori in poche ore, risultando di fatto delle notizie esclusive immesse nella rete. Peccato che siano appunto notizie false, inventate di sana pianta con lo scopo di attrarre visitatori. Ma quali sono i rischi per un sito che produce fake news? Sicuramente i motori di ricerca si sono, con il tempo, “attrezzati” a scovare le bufale e sicuramente nell’ambito del rank, una volta bollato un sito come “fake” è difficile che riesca mai a riemergere nei motori di ricerca. Il rischio ancora più grave, probabilmente, lo corrono i siti che sono linkati da siti di fake news.

Se in termini puramente di rank, inizialmente una fake news produce un aumento esponenziale della visibilità e della “potenza” di un sito, anche dal punto di vista del lettore, sempre più attento, è facile “bollare” un sito come inaffidabile, per cui la tecnica è sicuramente da considerarsi altamente penalizzante.

Fake News, come accorgersi delle bufale?

Qualsiasi lettore riesce a scovare ormai una notizia falsa in pochi secondi, basta fare una ricerca, e come compare una notizia bollata come bufala, c’è di contro un sito che la scova e la rimanda come “balla” inventata ad hoc. Ma tornando al discorso SEO, una fake news pubblicando una notizia del genere cosa potrebbe comportare?

L’analisi è semplice: inizialmente un forte entusiasmo, se pubblichiamo una notizia bomba con un titolo e redazionalmente ben sviluppata che riporti dei fatti, si inventati, ma di interesse globale, vediamo che il contatore delle visite impazzirà. Toccheremo il cielo con un dito e il giorno dopo l’inferno con i piedi. Infatti poniamo di ottenere 1 milione di visualizzazioni, ecco sembra un numero esagerato, ma per una notizia bomba non lo è. Ora quel milione di visitatori, scoperto l’inganno, saranno un milione di persone che ha bollato il nostro sito come inaffidabile.

Quindi non avremmo conquistato un milione di possibili lettori, ma li avremmo persi. Da quest’oblio nessun sito ne emerge. Ora ragioniamo in ambito SEO, immaginiamo di ottenere un link da un sito di Fake News, cosa potrebbe mai significare? Che quel sito, che appunto diffonde informazioni non veritiere, ci danneggia, ed ecco spiegato in ambito seo gli effetti negativi delle fake news.

Il suggerimento? Stiamone alla larga. Il web è fatto di informazione e deve appunto essere informazione fatta per bene e veritiera. Quando un lettore arriva a noi vuole una risposta e quella deve ottenere, non un’invenzione.

Vota questo articolo

Autore

- Redazione TopicNews.it - Le Tue News Online

Commenta l'articolo

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>