Pubblicato Il: Gio, Mag 2nd, 2019

Petroliera iraniana Happiness I in avaria nel Mar Rosso rischio ambiente

Ultimo Aggiornamento

02 Maggio 2019. Una petroliera iraniana che trasportava oltre 1 milione di barili di olio combustibile ha subito un malfunzionamento nel Mar Rosso al largo delle coste dell’Arabia Saudita, è quanto riportano oggi le autorità, sollevando preoccupazioni sulla possibile perdita di greggio della nave.

L’incidente che ha coinvolto la Happiness I è arrivato mentre le esenzioni di petrolio degli Stati Uniti per gli acquisti di petrolio greggio iraniano sono scaduti, parte dell’approccio massimalista del presidente Donald Trump contro Teheran.

I canali televisivi e l’agenzia di stampa dell’Arabia Saudita hanno riferito che le autorità hanno ricevuto una richiesta di soccorso da parte della Happiness I per un “guasto al motore e la perdita del controllo della nave”.

La nave aveva un equipaggio di 26 persone, di cui 24 iraniani e due bengalesi, secondo quanto riferito dai media statali sauditi. La posizione della nave a circa 70 chilometri (44 miglia) a sud di Jiddah nel Mar Rosso.

Le autorità saudite hanno dichiarato che diverse agenzie governative sono coinvolte nell’operazione di soccorso, comprese quelle che gestiscono la protezione ambientale. Ancora non è chiaro se vi è stata una perdita di petrolio dalla nave o meno.

L’agenzia di stampa iraniana statale IRNA ha citato la National Iranian Tanker Co., una compagnia statale, dicendo che la petroliera sarebbe stata trasferita nel porto di Jiddah.

Da quanto si è appreso, la nave, sulla strada per il canale di Suez, imbarca acqua nella sua sala macchine.
Nessuno è rimasto ferito nell’incidente e l’Iran ha negato la fuoriuscita di carburante.

Il sito web MarineTraffic.com, che tiene traccia delle navi in ​​mare, posiziona Happiness I a circa 40 chilometri (25 miglia) dalla costa di Jiddah nella tarda mattinata di oggi.

Il sito web TankerTrackers.com, i cui analisti monitorano le vendite di petrolio sui mari, ha stimato che la Happiness I stia trasportando almeno 1,1 milioni di barili di olio combustibile.

Arabia Saudita e Iran sono i principali rivali in Medio Oriente. L’Iran ora subisce una crescente pressione dagli Stati Uniti per le sue vendite di petrolio dopo che Trump ha ritirato l’America dal suo accordo nucleare. L’Iran ha avvertito che risponderà in modo aggressivo a qualsiasi tentativo di ridurre le proprie esportazioni di petrolio a zero, come l’amministrazione Trump si è impegnata a fare.

Questo è l’ultimo incidente che coinvolge una nave cisterna iraniana.

Nel gennaio 2018, la petroliera iraniana Sanchi ha speronato il mercantile cinese CF Crystal a 257 chilometri (160 miglia) al largo della costa di Shanghai, nel Mar Cinese orientale. La Sanchi, che trasportava quasi 1 milione di barili di petrolio gassoso e ultra-leggero diretto verso la Corea del Sud, è esplosa in fiamme, uccidendo 32 marinai a bordo.


Autore

- Redazione TopicNews.it - Le Tue News Online

Commenta l'articolo

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>