Pubblicato Il: Gio, Mar 5th, 2020

Coronavirus la reazione a catena italiana del covid19 è iniziata!

Ultimo Aggiornamento

06 Marzo 2020. Il Governo ha chiuso le scuole fino al 15 marzo, per l’emergenza del coronavirus, la reazione a catena è iniziata!

A cosa ci riferiamo? Ma è semplicissimo! In primis chiudere le scuole, come in molti pensano, non è una soluzione. Il contagio potrebbe e sicuramente avverrà diversamente. Non era la sola cosa da fare, pur volendola fare per forza!

Ora il covid19 paralizzerà l’economia completamente. Basta pensare a quanti locali perderanno prenotazioni, quanti turisti non verranno in Italia, quante aziende smetteranno di produrre etc. Una reazione a catena infinita che porterà questa volta l’Italia sul lastrico.

Si poteva evitare? La risposta è si, ma come? Non ci vuole un virologo o uno scienziato per riflettere su come avviene il contagio no? Quindi? Chiudere le scuole risolve? No! Se invece le scuole fossero restate aperte e il nostro Governo avesse distribuito delle mascherine per occhi e naso? Si sarebbe limitante, ma in questo caso il contagio sarebbe stato limitato?

La risposta è si. Non si sarebbe bloccata l’Italia ma si sarebbe limitato se non eliminato, il contagio!

E allora perché l’Italia ha chiuso le scuole e ribadiamo solo le scuole, non altri enti o uffici? Non si è capito! Forse il covid19 si diffonde solo nelle scuole? Assolutamente no!

Se avessero voluto perseguire questa linea occorreva chiudere scuole, centri commerciali, uffici pubblici e tutti i luoghi di aggregazione come cinema, stadi etc, pubblici o privati che siano. Limitare i contatti umani rispettando una sorta di distanza di sicurezza etc.

Purtroppo questa, stando alla stragrande maggioranza dei commenti, spesso autorevoli, che si leggono online, è una misura che non funzionerà. Non limiterà i contati ma aumenterà il già crescente panico e aggraverà quella che è ormai anche una crisi economica.

La reazione a catena comunque è stata innescata ieri, ora dobbiamo prepararci a pagare da cittadini le conseguenze, che questa volta saranno pesantissime.


Autore

- Redazione TopicNews.it - Le Tue News Online

Commenta l'articolo

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>