Rosario Fiorello e il racconto della malattia: quando presi l’epatite

Rosario Fiorello ha raccontato gli attimi della malattia passata, l’epatite: ecco di che si tratta, i dettagli della vicenda

Uno dei migliori parolieri, showman che l’Italia ha nel mondo dello spettacolo è il grandissimo Rosario Fiorello, classe 1960, si può definire un’artista a 360 gradi che, per ben due edizioni del Festival di Sanremo insieme all’amico e collega Amadeus hanno reso speciale e unico queste edizioni diverse dal solito per via della pandemia che ancora stiamo affrontando e non è affatto terminata. A fare i complimenti ai due conduttori è stato il direttore Rai Stefano Coletta che si è complimentato per aver reso le due edizioni del Festival davvero speciali in quanto molto difficili.

 

rosario sorride
curiosità (foto web)

Nonostante il successo raggiunto, dobbiamo ricordare che Fiorello prima di svolgere il ruolo di conduttore e showman di successo si è dilettato in diversi lavori come garzone in un barbiere, muratore, idraulico,  falegname e persino il centralinista per le pompe funebri Cacciaguerra di Augusta fino a quando, nel 1975, non ottiene una possibilità di lavoro nel villaggio Valtur scalando le varie posizioni gerarchiche guadagnando più di suo papà, 1.150.000 lire mensili.

Un giorno ha sostituito un amico deejay nel villaggio dimostrando di aver un ottimo talento e proprio lì che ha imparato una lezione di vita affermando: “non trattare male la gente, a non fare facili battute sulle signore anziane o sui signori sovrappeso. Ho sempre pensato, mi piacerebbe se al posto di quella signora ci fosse mia madre? No. Le battute è meglio farle sui potenti, su chi si può difendere”. 

La carriera di Fiorello non è stata sin da subito apprezzata e un grande conduttore si è pentito successivamente di averlo scartato, Pippo Baudo che in un’intervista ha confessato: “Quando si fa un provino lo si fa di 5 minuti. Fiorello lo fece di 50. E io gli dissi: ‘Sei bravo ma Fantastico lo devo fare io no tu’. E lo scartai. Proprio io che mi vanto di averne scoperti tanti ho preso una toppata gigantesca”.

In un’intervista ha raccontato della malattia che in passato ha dovuto affrontare.

La malattia di Fiorello

rosario simpatico
malattia (foto web)

Il grandissimo Fiorello nonostante il suo incredibile successo e il suo talento ha rivelato in un’intervista nel podcast di Fedez e Luis Sal, Muschio Selvaggio, un episodio che lo ha visto protagonista ai tempi dell’animazione nei villaggi turistici che ha lasciato interdetti i due conduttori.

Fiorello ha svolto in passato un’intera stagione turistica in Africa e ha raccontato quanto accaduto: “Mi porta in Costa D’Avorio, in Africa. Ho fatto la stagione in Africa, sei mesi a prendere clorochina tutti i giorni per la malaria. Non presi la malaria, ma l’epatite si…”.