Verissimo, Silvia Toffanin sconvolta dalla tragedia: “L’ha accoltellata…”

Durante le riprese di “Verissimo” è andata in scena un’intervista strappalacrime che ha commosso anche la conduttrice

Al termine della pausa invernale sono ripartite le riprese del talk show di Canale 5. La Toffanin si è fatta trovare pronta ed in grande spolvero, come ci ha da sempre abituati. Nel corso di questo weekend ha invitato diversi ospiti, da Massimiliano Rosolino a Vincenzo Salemme, passando per Nicola Savino e Totò Schillaci.

 

Maria Teresa D’Abdon (Instagram)

Tuttavia, quella di cui vi vogliamo parlare quest’oggi è una storia raccontata da una signora che, qualche anno fa, è stata vittima del più atroce dei drammi. Il suo nome corrisponde a Maria Teresa D’Abdon, ossia la mamma di una ragazza uccisa nel lontano 2003 che si chiamava Monica Ravizza.

A distanza di tanto tempo, circa diciotto anni per la precisione, la donna è tornata a parlare di una delle vicende di cronaca nera più tristi in assoluto. Sua figlia infatti, è stata massacrata dall’ex fidanzato, Diego Armando Mancuso, il quale è uscito dal carcere dopo appena cinque anni.

Il tragico racconto di Maria Teresa

Nonostante l’immenso dolore che ancora oggi non accenna a diminuire, la mamma di Monica ha raccontato alla padrona di casa del programma alcuni passaggi della tragedia. Innanzitutto ha spiegato che all’epoca la giovane si frequentava con questo ragazzo che era piuttosto ‘ossessivo’. Sua figlia infatti era intenzionata a lasciarlo, ma egli le chiese di vedersi per un’ultima volta.

“La sera tra il 18 e il 19 settembre era uscita con una sua amica, quando è tornata e arrivata davanti al portone si è presentato. Alle tre del mattino ci è arrivata una telefonata da una vicina di casa, che ci ha avvertito che dall’appartamento di Monica usciva del fumo”, ha spiegato la D’Abdon davanti agli occhi di un’attentissima Silvia Toffanin.

Maria Teresa D’Abdon (Instagram)

A quel punto però, la donna ha capito che la situazione era molto più drammatica di quanto potesse mai immaginare: “Siamo scesi, abbiamo visto la strada transennata. Ci hanno poi comunicato che Monica non c’era più e mi sono sentita male. Di mattina nella caserma dei Carabinieri ci hanno raccontato che l’ex l’ha accoltellata e poi ha tentato di dare fuoco al suo corpo”.

Come se non fosse già abbastanza tragica la vicenda, dopo l’omicidio è venuto a galla che la ragazza era anche incinta: “Il maresciallo ci ha informati che aspettava un bambino, in grembo aveva un bimbo. Non ho la gioia di essere nonna…”, ha dichiarato ai microfoni di “Verissimo”, chiudendo così un racconto da pelle d’oca.