Rita Pavone, il duro sfogo ai danni della Rai: “Non si fa così” | La cantante perde la pazienza

Rita Pavone, con dure parole, rivolge determinate critiche alla Rai. La cantante non riesce a controllarsi e si lancia allo sfogo

 

Nonostante i suoi 77 anni di età, ancora oggi si parla proprio di lei, di Rita Pavone. çLa formidabile cantante nasce il 23 agosto del 1945 nella città di Torino. Già da adolescente, si fa notare per il suo talento canoro al punto che, tra il 1959 e il 1961, inizia ad esibirsi in occasione di alcune feste studentesche per spostarsi poi all’interno di locali torinesi.

Rita Pavone sfogo

Il suo successo è in costante crescita al punto che, già nel 1962, porta a casa la vittoria alla prima edizione del festival degli sconosciuti di Ariccia. Rita Pavone convola a nozze nel 1968 con il produttore discografico Teddy Reno. È stato questo un matrimonio abbastanza chiacchierato in quanto c’era un’enorme differenza di età tra i due. Dalla loro Unione vengono alla luce anche due figli, Giorgio Merk e Alessandro Merk.

La coppia decide poi di trasferirsi in Svizzera, luogo che pare aver dato grande serenità alla cantante. Rita Pavone esordisce sul grande schermo nel 1965 insieme al mitico Totò. La cantante è conosciuta anche con il soprannome di “pel di carota” nome datole proprio per la sua tipica capigliatura rossa.

Rita Pavone e lo sfogo contro la Rai

Rita Pavone sfogo

Numerosi sono i successi che la donna ha avuto nella sua carriera da cantante, al punto da essere riuscita a vendere 50 milioni di dischi in tutto il mondo. Ma non solo, ha ottenuto anche il titolo di cantante pop italiana più famosa di sempre. Nell’ultimo periodo si è parlato ancora di lei, di Rita Pavone, che si è lasciata andare ad un duro sfogo. Parole molto dure nei confronti della Rai.

Sembra infatti che la donna non abbia mandato giù il fatto che, alcuni canali digitali, siano stati modificati“Capisco che oggi sono previsti i passaggi sui canali TV con decoder, ma allora RAI 4 non metta un film la cui durata terminerà dopo l’orario previsto per il cambio in HD. Io mi stavo pregustando il finale e zac! Mi sono ritrovata RAI Storia! Non si fa così”.

Molti sono a conoscenza del fatto che, a partire dall’8 marzo 2022, il digitale terrestre ha dato l’inizio ad una nuova fase che ha visto un cambio impotente. Alcuni tra i canali principali di Rai, Mediaset, La7 e Discovery sono passati ad una codifica diversa in Dvb-T/Mpeg-4.

Così facendo molte sono le reti che hanno visto cambiare il proprio numero sul telecomando. E questa cosa, a quanto pare, non è andata giù neanche a Rita Pavone.