L’enorme dolore di Albano Carrisi: il duro affronto di suo figlio

Il dolore immenso del cantautore pugliese per la scelta del figlio Yari di rinunciare al cognome paterno. Ragioni personali e professionali alla base della sua decisione

Al Bano (Getty Images)

Una vita da protagonista assoluto della canzone italiana. Con un bel po’ di alti e bassi, com’è inevitabile per un artista della sua longevità. Ma Albano Carrisi, per tutti da sempre Al Bano, è un marchio inconfondibile nella storia della musica italiana da più di mezzo secolo. Sono trascorsi esattamente 54 anni dall’uscita di ‘Nel sole’, il brano che lo lanciò nel firmamento della canzone nostrana spalancandogli le porte di una carriera inimitabile. In quello stesso anno, era il 1967, Al Bano conobbe colei che sarebbe diventata sua moglie, l’attrice americana Romina Power figlia del celebre attore Tyrone Power. Con la bella Romina, Al Bano diede vita negli anni a uno straordinario sodalizio artistico, culminato in alcune trionfali esibizioni al Festival di Sanremo.

Dal profondo legame affettivo tra il cantautore di Cellino San Marco e l’attrice di Los Angeles, i due si sposarono contro il parere delle rispettive famiglie, sono nati quattro figli: la primogenita Ylenia, scomparsa nel nulla nel lontano 1994 e mai più ritrovata; Yari, Cristel e Romina jr. Iolanda. Per molti anni Al Bano e Romina hanno offerto l’immagine della classica famiglia italiana, unita e indissolubile. Fino alla crisi coniugale che ha portato alla separazione dei due illustri genitori nel 1999, dopo ben 29 anni di matrimonio. E proprio a causa del divorzio tra Al Bano e Romina i rapporti con i figli sono diventati più tormentati e conflittuali. Ad averne sofferto è soprattutto il cantautore pugliese, che ha visto negli anni deteriorarsi il legame con il figlio Yari, l’unico suo figlio maschio.

Yari Carrisi
Yari Carrisi (Instagram)

Yari Carrisi ha seguito un percorso professionale e di vita diametralmente opposto a quello del resto della sua famiglia. Dotato di notevole talento artistico, il giovane Carrisi ha inizialmente collaborato con il padre, scrivendo i testi di alcune canzoni. Nel corso degli anni ha poi avuto modo di lavorare con artisti importanti del panorama italiano, come ad esempio Jovanotti. Ma la vera passione del giovane Yari, coltivata con cura e discrezione, sono i viaggi e l’avventura alla scoperta di luoghi particolari e suggestivi. Una passione che lo ha portato molti anni fa a lasciare definitivamente l’Italia per trasferirsi in India.

Oltre ad abbandonare il nostro Paese, il giovane Carrisi ha preso la decisione drastica di rinunciare al cogome paterno per assumere solo quello della madre. Una scelta che ovviamente non è stata accolta bene da Al Bano, i cui rapporti con il figlio nel corso del tempo si sono quasi azzerati.

Impostazioni privacy