Alberto Matano, le prime vacanze da sposato con amici d’eccezione: un viaggio difficile da dimenticare

La carriera televisiva comincia nel 1998. Ha fatto outing ed è felice con il suo compagno. La loro prima vacanza è da sogno.

Alberto Matano (fonte web)
Alberto Matano (fonte web)

Giornalista, conduttore televisivo e autore. Alberto Matano, oggi 49enne, può vantare già una lunga esperienza professionale. E anche la sua vita sentimentale è felice, essendosi recentemente sposato. E come primo viaggio da coniugato, non poteva avere compagni di viaggio migliori.

La carriera di Alberto Matano

La carriera televisiva comincia nel 1998 all’Agenzia ANSA nella redazione di Bloomberg Tv. Diventa giornalista professionista nel gennaio 1999. Nel 2007 Gianni Riotta lo chiama al TG1. Qui continua a seguire la cronaca politico-parlamentare e ottiene la nomina a caposervizio della Redazione Interni. Dal 2013 al 2019 conduce l’edizione delle 20:00.

Nella stagione 2019-2020 ha condotto il rotocalco pomeridiano di Rai 1 La vita in diretta, in coppia con Lorella Cuccarini. I due conduttori hanno guidato la trasmissione durante i difficili mesi di lockdown andando in onda anche nel segmento tra le 14:00 e le 15:40.

Il 28 ottobre 2021 durante la conduzione de La vita in diretta, commentando l’applauso dei senatori dopo la votazione negativa del ddl Zan, dichiara commosso come anche lui da giovane sia stato vittima di omofobia.

Il primo viaggio da sposato di Alberto Matano

Nel 2022, in un’intervista al Corriere della Sera, dichiara di avere un compagno e di volersi “sposare”. L’11 giugno dello stesso anno i due si uniscono civilmente. E quello che documenta la foto che vi proponiamo è proprio il primo viaggio da coniugato di Alberto Matano, insieme al compagno Riccardo Mannino.

A pubblicarla non è la coppia. Ma una persona inaspettata. In vacanza in Spagna, in particolare in Andalusia, Alberto Matano e Riccardo Mannino sono insieme a una coppia d’eccezione: Raoul Bova e Rocio Morales. Stiamo parlando, ovviamente di uno degli attori più affermati del panorama italiano e non solo, insieme alla compagna.

Raoul Bova Vanta una lunga carriera, sia nel cinema, che nelle fiction. Il suo esordio è nel 1992 con il film “Mutande pazze”. Ma diventa famoso l’anno successivo, nel 1993, con “Piccolo grande amore”. Lo ricordiamo anche in “Palermo Milano – Solo andata”, siamo nel 1995.

La sua bellezza e la sua bravura lo portano a recitare con alcuni dei registi più affermati del panorama italiano: da Lina Wertmuller (“Ninfa plebea” del 1996) a Pupi Avati (“I cavalieri che fecero l’impresa” del 2001), passando per Ferzan Ozpetek (“La finestra di fronte” del 2003), Giuseppe Tornatore (“Baarìa” del 2009) e Michele Placido (“La scelta” del 2015). Per lui anche alcune produzioni hollywoodiane, “Alien Vs Predator” (2004) e “The Tourist” (2010). Non si contano invece le fiction televisive che negli anni hanno riscosso grande successo da “La Piovra” a “Ultimo” e, adesso, come successore di Terence Hill in “Don Matteo”.

Alberto Matano, Riccardo Mannino, Raoul Bova e Rocio Morales (fonte web) (1)
Alberto Matano, Riccardo Mannino, Raoul Bova e Rocio Morales (Instagram)

Dal 2013 l’attore ha iniziato una relazione con l’attrice, showgirl e modella spagnola Rocío Muñoz Morales, conosciuta sul set del film Immaturi – Il viaggio. Il 2 dicembre 2015 a Roma è nata la loro figlia, Luna. Il 1º novembre 2018 nasce la loro seconda figlia, Alma. Ed eccoli, quindi, insieme, felici, per le strade dell’Andalusia. Un viaggio indimenticabile.