Published On: ven, Ott 6th, 2017

Tutto americano il premio Nobel 2017 per la Fisica



La notizia dell’aggiudicazione del premio Nobel 2017 per la Fisica assegnato allo studio delle onde gravitazionali mi ha fatto venire in mente la famosa vicenda che quasi due secoli fa coinvolse Bell e Meucci per l’attribuzione dell’imprimatur sulla invenzione del telefono. A proposito pochi sono a conoscenza che la vicenda non è ancora conclusa perchè nel giugno 2002 la Camera dei Deputati degli Stati Uniti ha riconosciuto ufficialmente il lavoro di Meucci nell’invenzione del telefono (risoluzione 269), ma la questione rimane tutt’oggi controversa in mancanza di prove inconfutabili che attestino l’esclusiva paternità dell’italiano.

Senza entrare nel vivo della conoscenza e comprensione delle onde gravitazionali previste un secolo fa dalla teoria della relatività di Albert Einstein, ci interessa sapere che le onde gravitazionali sono state scoperte da due grandi collaborazioni internazionali, l’americana Ligo e l’europea Virgo, alla quale l’Italia collabora con l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn).

Virgo è un rivelatore interferometrico di onde gravitazionali del tipo interferometro di Michelson, con bracci lunghi 3 km, situato nel comune di Cascina (PI), in località Santo Stefano a Macerata nato da un’idea italiana del fisico Adalberto Giazotto.

Virgo

La costruzione dell’apparecchiatura è terminata nel 2003.



Un apparato simile al VIRGO è lo statunitense LIGO, operante dal 2002 al quale dagli anni ’70, Rainer Weiss al MIT e Kip Stephen Thorne al Caltech stavano lavorando per la sua realizzazione. L’11 febbraio 2016, la Virgo Collaboration e la LIGO Scientific Collaboration pubblicarono la notizia della prima osservazione diretta di onde gravitazionali (denominata GW150914), costituite da un segnale distinto ricevuto alle 09.51 UTC del 14 settembre 2015 proveniente da due buchi neri aventi ~30 masse solari che si fondevano tra loro a circa 1,3 miliardi anni-luce dalla terra.

Dopo questo preambolo conoscitivo arriviamo alla notizia ed alla relativa critica: il Nobel per la Fisica 2017 è stato assegnato a Kip Thorne, Barry Barish e Rainer Weiss e sono state menzionate le collaborazioni internazionali Ligo e Virgo fondamentali ed indispensabili per le osservazioni delle onde gravitazionali. Quindi in pratica metà del premio va a Rainer Weiss, mentre l’altra metà è stata assegnata congiuntamente a Barry C. Barish e Kip S. Thorne “per il contributo decisivo al rivelatore Ligo e all’osservazione delle onde gravitazionali ”. Ma non si capisce come mai una parte del premio non sia stata assegnata a chi ha permesso la creazione di Virgo ! E qui ritornano in ballo Bell e Meucci . Perchè ancora oggi l’attribuzione della invenzione del telefono è esclusivamente dell’ing. Bell se sono stati indispensabili anche gli studi contemporanei di Meucci ?

guadagna online

Nella sede dell’Infn a Roma, la notizia del Nobel per la Fisica 2017 per la scoperta delle onde gravitazionali è stata festeggiato con brindisi, abbracci e discorsi ufficiali “Questa volta è stata premiata la globalità della scienza“, ha detto il direttore dell’Osservatorio Gravitazionale Europeo (Ego), Federico Ferrini . Una considerazione od una battuta ?

About the Author

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>